• VI Concorso Internazionale per giovani Cantanti Lirici “Benvenuto Franci”

    VI Concorso Internazionale per giovani Cantanti Lirici “Benvenuto Franci”

    E’ online il regolamento per il Concorso “Benvenuto Franci” edizione 2015.
    Possono partecipare al Concorso cantanti di tutte le nazionalità, appartenenti a tutti i registri vocali che, alla data della presentazione della domanda, abbiano compiuto il 18° anno di età o siano nati dopo il 31 dicembre 1980.
    Il Concorso avrà luogo […]

  • La Giuria del VI Concorso “Benvenuto Franci”

    La Giuria del VI Concorso “Benvenuto Franci”

    Adua Veroni, Presidente
    Rolando Panerai, Baritono
    Francesca Franci, Mezzosoprano
    Francesca Barbieri, Consulente musicale
    Pierangelo Conte, Coordinatore Artistico Opera di Firenze Maggio Musicale Fiorentino (10 Ottobre)
    Marc Cleméur, Directeur Général de l’OnR Opera National du Rhin Strasburgo
    Christian Carlstedt, Casting-Consultant Theater Basel and Stadttheater Klagenfurt
    Markus Laska, Agente Lirico «Atelier Musicale»

  • Iscrizioni al Concorso “Benvenuto Franci”

    Iscrizioni al Concorso “Benvenuto Franci”

    Per iscriversi al concorso è necessario compilare il modulo online:
    Qualora si verificassero difficoltà tecniche, è possibile scaricare il modulo di iscrizione in formato Word:

Opera Pienza

La grande storia di Pienza si concentra in soli sei anni, dal 1458 al 1464, durante il Pontificato di Pio II, il suo cittadino più illustre. Eletto Papa, Pio II incarica l’architetto Rossellino di fare una città nuova, mai costruita prima, in cui gli uomini convivano in modo pacifico e operoso e dove la razionalità e il decoro sostituiscano il disordine delle città medievali.

La cittadina diventa la prima applicazione dei concetti umanistici nella pianificazione urbana e una pietra miliare nello sviluppo del concetto di “città ideale”.

Il centro storico si sviluppa lungo due assi e nel punto d’incontro di questi ultimi si colloca la piazza rinascimentale a forma trapezoidale la quale, inoltre, presenta fughe laterali ad aumentare la percezione di ampiezza. Gli altri edifici principali sono ordinati in modo razionale intorno alla piazza stessa e il corso curva al centro in modo da sembrare più lungo.

Nel 1996 Pienza, perciò, viene iscritta dall’Unesco nella Lista del Patrimonio mondiale dove, per farne parte ha dovuto presentarsi quale eccezionale valore universale e soddisfare almeno uno dei dieci criteri di selezione. L’Unesco la colloca per i tre noti criteri culturali: rappresentare un capolavoro del genio creativo umano, mostrare un importante interscambio di valori umani sugli sviluppi nell’architettura, nella tecnologia, nelle arti monumentali, nella pianificazione e nel disegno del paesaggio e, infine, per costituire un esempio di tipologia edilizia che illustri una o più importanti fasi nella storia umana

La città conserva ancora oggi la sua unità stilistica originaria, identificandosi come una delle realizzazioni architettoniche più significative degli ideali umanistici del Quattrocento. Tra questi risalta a pieno titolo il rapporto tra uomo e ambiente, microcosmo e macrocosmo, ben raffigurato nel famosissimo uomo di Leonardo. Nella definizione di Goethe, l’architettura non è se non «musica congelata», in quanto realizzazione di un’armonia fatta di proporzioni perfette, consonanze di pesi e contrappesi. Ma l’armonia architettonica deve porsi in relazione con l’equilibrio interiore, raggiungibile nella sintonia simpatetica fra interno ed esterno, materia e spirito. Da questo punto di vista, la musica appare la disciplina che più di tutte consente all’animo di cogliere la corretta proporzionalità dei rapporti, di far percepire come risonanza interiore la perfezione degli elementi coinvolti (spazio, tempo, dinamiche). Come sostiene Baldassarre Castiglione nel libro del Cortegiano, il perfetto gentiluomo deve sapere di lettere e di filosofia, di arte, di scherma, di danza e, in particolare, di musica, «la qual non solamente gli animi umani addolcisce, ma spesso le fiere fa diventar mansuete; e chi non la gusta si po’ tener per certo ch’abbia i spiriti discordanti l’uno dall’altro». La musica, esaltata nel suo potere seducente e ammaliante, diviene una disciplina guida della formazione umana, una sorta di architettura dello spirito, in dialettica con le architetture dello spazio fisico. Un sottile filo rosso si dipana dall’età rinascimentale fino all’epoca moderna, suggerendo il prolungamento di una cultura che ha fatto della natura umana l’origine e il fine di ogni attività speculativa e artistica. Opera Pienza vorrebbe ereditare per lo meno tale finalità (se non i risultati, che auspichiamo) e proporsi, dunque, come istituzione promotrice di attività musicali e operistiche. La realizzazione del Concorso lirico cerca proprio di offrire le maggiori possibilità di promozione artistica ai nuovi talenti musicali e la possibilità di essere conosciuti e valorizzati attraverso la produzione mirata di eventi (concorsi, audizioni, corsi di formazione e concerti premio).

Opera Pienza si avvale della Direzione Artistica del mezzosoprano Monica Faralli e dell’insostituibile sostegno della Signora Adua Veroni Pavarotti. Opera Pienza è sostenuta da importanti e autorevoli Patrocinii e Collaborazioni, quali la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il MIBACT, l’Opera di Firenze Maggio Musicale Fiorentino, l’Opéra National du Rhin Strasbourg, lo Staatstheater Nürnberg, il Theater Basel, lo Stadttheater Klagenfurt, il Conservatorio «G.Nicolini» di Piacenza, l’Agenzia Lirica Atelier Musicale, Moira Johnson Consulting, la Regione Toscana, la Provincia di Siena, il «Rotary» Montepulciano-Chiusi-Chianciano Terme e l’«Accademia degli Oscuri» di Torrita di Siena.

Per la VI edizione, certi di condividere una particolare sensibilità e attenzione in favore del nostro territorio e dei professionisti del Teatro musicale di domani, il Comune di Pienza crea una rete di collaborazioni nell’ambito circostante ed in particolar modo con i Comuni di: Castiglione d’Orcia (Si), Rapolano Terme (Si), Sarteano (Si), Lucignano (Ar), Panicale (Pg) e Tuoro sul Trasimeno (Pg), in favore dei giovani talenti con l’intento di mettere in risalto le attrazioni artistiche e culturali e favorire un turismo di alto livello.

Il Concorso Benvenuto Franci è Gemellato con il Concorso «Maria Caniglia» – Sulmona (Aq), ed il Concorso «Anselmo Colzani» – Budrio (Bo)

Il fiore all’occhiello di Opera Pienza è l’ormai collaudato Concorso Internazionale per Cantanti Lirici «Benvenuto Franci», che, per l’edizione 2014 ha contato la presenza di 108 iscritti provenienti da 18 nazioni, 68 italiani e che quest’anno prevede la sua VI edizione.
Le edizioni precedenti (2008, 2010, 2011, 2013, 2014) hanno dato la possibilità a oltre 600 cantanti provenienti da oltre 30 paesi del mondo, di esibirsi di fronte ad una Giuria, presieduta da Adua Veroni Pavarotti e da alcuni fra i più importanti artisti del panorama lirico internazionale. Il Concorso «Franci» inoltre promuove, con i concorsi «Anselmo Colzani» di Budrio, «Mario Lanza» di Filignano e «Maria Caniglia» di Sulmona, il Circuito dei Concorsi Lirici, con l’intento di offrire molteplici opportunità e di sostenere i giovani per l’avviamento alla carriera.
Opera Pienza si prefigge inoltre l’ambizioso progetto di costituire un laboratorio finalizzato alla messa in scena di un’opera, da tenersi all’aperto in uno dei fantastici scenari offerti dal quel gioiello del Rinascimento che è la Città di Pienza, così da potersi radicare e diffondere nella rete costituita dal circuito dei concorsi lirici.
Opera Pienza, infatti, sta realizzando una rete dedicata ai Corsi di Formazione per laboratori finalizzati alla messa in scena di un’Opera – Accademia Opera – e si prefigge di creare un Centro di riferimento Internazionale nella formazione delle professioni musicali e di tutti i mestieri dello spettacolo e del Teatro Lirico insieme al Circuito dei concorsi lirici e alle provincie di Siena, Gorizia, Bologna, Aquila, Isernia, Reggio Calabria.

Opera Pienza guarda anche alla dimensione sociale e alle problematiche della salute. Fin dalla sua costituzione, infatti, è fortemente impegnata nella campagna di prevenzione del melanoma. Per questo ha attivato collaborazioni con l’Associazione «Amici x la pelle» che ha sede all’interno dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano (dott. Mario Santinami), con l’Azienda Ospedaliera di Cesena (dott. Donato Calista), e, nel nostro territorio, con il dott. Stefano Menchetti (Montepulciano Stazione). Riteniamo che la visibilità del nostro progetto ci obblighi moralmente e per coscienza a promuovere una corretta informazione nel più ampio spettro possibile di destinatari.

SCARICA IL REGOLAMENTO (ITA)
SCARICA IL REGOLAMENTO (ENG)

Concerto “Le Eroine del melodramma”

Come arrivare

Prenotazione voli aerei e biglietteria ferroviaria da/per aeroporto presso:
Agenzia Viaggi Letric Travel.
Per i trasferimenti dalla stazione di Chiusi a Pienza quotazioni su richiesta.
Contatti: beatrice@letric.it
http://www.letric.it/

Multimedia